DIETA MEDITERRANEA E MICROBIOTA: I BENEFICI

Dieta, microbiota intestinale e salute questi tre elementi apparentemente distanti oggi sappiamo che risultano essere intimamente legati tra di loro e rappresentano una nuova frontiera scientifica oggetto di approfondimento dell’attuale ricerca internazionale.

Ormai da anni si indagano le relazioni tra una condizione di dismicrobismo intestinale (disbiosi) indotto anche da diete sbilanciate e le principali patologie cronico degenerative.

In uno studio in particolare, pubblicato sulla prestigiosa rivista Gut dal titolo “High-level adherence to a Mediterranean diet beneficially impacts the gut microbiota and associated metabolome”, è stato valutato l’impatto di tre modelli dietetici (vegano, vegetariano, onnivoro di orientamento mediterraneo) sulla salute e il condizionamento del microbiota enterico.

I dati dello studio hanno dimostrato che sia la dieta vegana, vegetariana, ma anche la dieta Mediterranea che sebbene onnivora è composta prevalentemente da alimenti di origine vegetale, promuovono lo sviluppo enterico di alcuni ceppi microbici (Lachnospira e Prevotella) particolarmente benefici per la nostra salute. Tali batteri attraverso la fermentazione delle fibre vegetali liberano nell'intestino metaboliti dai riconosciuti effetti protettivi per l’uomo, ossia, gli acidi grassi a corta catena (short-chain fatty acids, SCFA). Gli acidi grassi a corta catena come l’acido butirrico o propionico possiedono proprietà anticancerogene e sono in grado di nutrire al meglio le cellule che compongono la parete della mucosa intestinale.

Al contrario, l'assunzione di nutrienti tipici della dieta onnivora, come i grassi saturi e le proteine carnee, è associata a più basse concentrazioni di SCFA nelle feci, all'incremento nell'intestino di altre tipologie di microrganismi, ed a livelli più elevati dell'N-ossido della trimetilammina (TMAO) nelle urine, metabolita microbico associato allo sviluppo di aterosclerosi e patologie cardiovascolari.

Questa ricerca ha potuto dimostrare per la prima volta che gli effetti benefici della Dieta Mediterranea possono essere associati anche all'impatto che questo modello alimentare ha sulla composizione e attività metabolica del microbiota umano.

Questi risultati sono di aiuto per comprendere maggiormente l'effetto della dieta nel promuovere la salute attraverso la modulazione del microbiota intestinale, nell'ambito di un'ottica di prevenzione delle malattie associate a disbiosi intestinale come quelle infiammatorie e cardiovascolari.

Dr.ssa Monia Senni Biologa Nutrizionista