Non fai colazione? La tua salute cardiovascolare è a rischio.

Recentemente sono stati pubblicati i risultati di una importante ricerca sul Journal of the American College of Cardiology che hanno rilevato che chi salta la prima colazione del mattino è maggiormente soggetto ad aterosclerosi e incorre in un maggiore rischio di sviluppare malattie cardiovascolari.

Lo studio è stato eseguito su circa 4000 individui non affetti da patologie cardiache o renali. Di questi, circa 1 su 4 faceva regolarmente colazione, assumendo attraverso questo pasto almeno il 20% dell'introito calorico giornaliero, mentre una minoranza si limitava a bere al mattino solo un caffè, un succo di frutta oppure un'altra bevanda non alcolica.

La stragrande maggioranza assumeva con la prima colazione tra il 5% e il 20% delle calorie totali giornaliere.

Dai risultati è emerso che tra gli individui che saltavano la colazione era maggiormente diffusa l’aterosclerosi associata ad una più elevata pressione arteriosa, una più alta circonferenza del giro vita e valori di colesterolo e glicemia fuori standard.

Nella pratica ambulatoriale mi capita molto frequentemente di incontrare persone, specie adolescenti e bambini, che hanno la cattiva abitudine di non mangiare nulla al mattino oppure di consumare un pasto eccessivamente frugale e non soddisfacente.

Queste persone spesso saltano la colazione con l’idea di “guadagnare” in termini di riduzione delle calorie, cercando in questo modo di favorire la perdita di peso, ma al contrario, come si evince anche dallo studio sopra menzionato, ottengono l’effetto esattamente opposto e si ritrovano spesso in una condizione sovrappeso.

Il fatto di saltare la colazione porta inevitabilmente ad incrementare l’introduzione di cibo soprattutto nella seconda metà della giornata. Così facendo, il pasto serale che dovrebbe essere il più leggero della giornata, diventa inappropriatamente il pasto prioritario con il quale verranno introdotte la maggior parte delle calorie. L’aumento di peso sarà per tanto inevitabile!

Al mattino si devono consumare colazioni in cui dovranno essere presenti carboidrati a basso carico glicemico, per tanto integrali (ottimi sono i cereali non zuccherati per la colazione), proteine facilmente digeribili e acidi grassi ad esempio forniti da fonti come la frutta secca (noci, mandorle, pinoli, etc). Anche il consumo di bevande bevute tiepide come the, infusi e tisane sono fortemente consigliabili a colazione, specie per garantire una corretta idratazione e per favorire la digestione dei cibi solidi.

Dr.ssa Monia Senni Biologa Nutrizionista