La MediterrAsian Diet attiva le Sirtuine e previene le malattie mantenendoci giovani

In questo studio pubblicato su Cell Longevity dal titolo “Nutrition and healthy ageing: calorie restriction or polyphenol-rich «MediterrAsian» diet?” si sono indagate le relazioni tra un modello dietetico costituito da alimenti tipicamente di origine mediterranea unitamente a cibi provenienti dalla cultura asiatica (principalmente giapponese) e l’incremento della prospettiva di vita.

Gli scienziati hanno battezzato questo modello nutrizionale con l’appellativo di MediterrAsian Diet, in pratica, lo stesso modello dietetico che risultò dallo studio del prof. Keys negli anni cinquanta del secolo scorso e da cui venne coniata la definizione di Dieta Mediterranea.

Ebbene, dallo studio emerge che una MediterrAsian Diet, associata ad una restrizione calorica può ritardare l’invecchiamento e diminuire l’insorgenza di patologie cardiovascolari e dismetaboliche come il diabete o le cardiopatie.

Sembrerebbe infatti che la restrizione calorica sia in grado di attivare delle particolari proteine enzimatiche di recente acquisizione chiamate sirtuine.

Le sirtuine sono una famiglia di enzimi coinvolti nel silenziamento genico. Il gene Sir2 (Silent information regulator 2) da cui deriva il nome dell’intera famiglia è stato uno dei primi geni della longevità ad essere scoperto e la sua attivazione è in grado di aumentare l’aspettativa di vita.

Le sirtuine esprimono azioni estremamente potenti:

  • Rallentano il processo di invecchiamento cellulare
  • Aumentano la resistenza allo stress
  • Regolano la traascrizione genica

Inducono le cellule verso l'apoptosi, ossia, il suicidio programmato cellulare, processo di vitale importanza attraverso il quale l’organismo riesce a liberarsi di cellule senescenti, danneggiate o mal funzionanti. Considerate che questo meccanismo nelle cellule tumorali risulta essere silenziato. Per questo motivo la restrizione calorica è risultata essere efficace nella lotta contro il cancro.

I risultati di questa ricerca dimostrano che una MediterrAsian Diet, ricca in sostanze protettive, associata ad una restrizione calorica che attiva un meccanismo sirtuin-mediato modula la sopravvivenza cellulare, previene l’insorgenza di patologie cronico degenerative e promuove salute e longevità.

Dr.ssa Monia Senni Biologa Nutrizionista