Karkadè Brulè

Questa bevanda corroborante può rappresentare una valida alternativa al classico thè.

É senza teina, per cui adatta anche ai più piccoli, ed è molto dissetante. Il karkadè brulè è ottimo anche dopo un allenamento per reintegrare i Sali minerali dispersi con la sudorazione. I fiori di ibisco hanno un’azione drenante, ipocolesterolemizzante e antiossidante. Le spezie conferiscono al karkadè brulè un profumo molto invitante: è da provare sia in inverno, nella versione calda, ma anche d’estate bevuto fresco!

Ingredienti
  • 2 arance non trattate in superficie, biologiche
  • 1 litro e mezzo di acqua minerale naturale (preferibilmente in bottiglia di vetro)
  • 4-5 cucchiai di fiori di ibisco essiccati
  • 1 limone non trattato in superficie, biologiche
  • 1-2 fiori di anice stellato
  • 10 chiodi di garofano
  • 3 stecche di cannella
  • 1 pezzetto di zenzero in radice
  • 1 pizzico di noce moscata
Preparazione
  1. Lavate e asciugate l’arancia e il limone, poi sbucciateli con un coltello affilato, abbiate cura di utilizzare solo la parte arancione-gialla, in quanto la parte bianca potrebbe rendere amara la preparazione.
  2. Preparate una pentola, mettete dentro le bucce di arancia e limone, i chiodi di garofano, lo zenzero, le stecche di cannella, i fiori di ibisco, l’anice stellato e il pizzico di noci moscata. Aggiungete l’acqua, mescolate e accendete il fuoco, portate a bollore, fate sobbollire per circa 5-7 minuti, mescolando di tanto in tanto. Volendo, potete aumentare o diminuire le quantità delle singole spezie in base al vostro gusto.
  3. A questo punto filtrate il karkadè con un colino e servire caldo oppure fresco a seconda del gusto. PROSIT!

Dr.ssa Monia Senni Biologa Nutrizionista